Categorie
Raccolte dal blog

Teatro Brancaccio

Marangoni Spettacolo presenta

Mind Juggler

un viaggio alla scoperta delle magie della mente e della comunicazione

di e con Francesco Tesei

 Mind Juggler

Francesco Tesei, il mentalista più famoso d’Italia, approda al Brancaccio il 16 maggio con lo spettacolo Mind Juggler – il giocoliere della mente. Cos’è il mentalismo e come si può manipolare la volontà delle persone? E’ l’occasione giusta per scoprirlo grazie a uno show molto particolare.


È possibile controllare la realtà e scoprire chi mente e chi dice il vero? Si può influenzare il pensiero altrui? Che ruolo gioca la comunicazione non verbale nella vita quotidiana?

Quella di Francesco Tesei non è la performance di un mago o di un illusionista, i fenomeni paranormali e la telepatia sono ben lontani dal suo campo, eppure ha ottenuto un successo da far invidia a molti suoi colleghi. Lo spettacolo è Mind juggler – Il giocoliere della mente in cui Tesei mescola mentalismo, psicologia e una forte capacità comunicativa.

L’artista si presenta come il più illustre mentalista italiano, nello show la sua destrezza non consiste nel provocare l’apparizione e la scomparsa di oggetti, ma nell’influenzare le scelte altrui senza che il pubblico se ne accorga, così c

he risponda con le parole che egli ha “suggerito” a livello inconscio.

Mind juggler è uno spettacolo originale e imprevedibile, creato di volta in volta sempre diverso: la scaletta viene costruita direttamente sul palco a seconda della risposta del pubblico perché la bravura di Tesei consiste anche nello stabilire una forte empatia con la platea, creando momenti vivaci ma anche di tensione e aspettativa, la sua narrazione è coinvolgente e riesce a ricreare atmosfere oniriche.

La capacità del mentalista è indubbia ed è usata per incantare e stupire il pubblico, ma Tesei non si limita a strappare l’applauso, anzi, a volte spiega quali particolari e microespressioni gli hanno offerto la chiave per carpire la volontà e penetrare i pensieri. Egli non indossa la maschera del vate né del prestigiatore ciarlatano, infatti il suo scopo non è convincere i più scettici; al contrario, propone la condivisione della propria esperienza mostrandola in modo spettacolare e con atteggiamento umile. Ciò rende lo spettacolo non solo la fruizione di un prodotto, ma anche l’occasione per riflettere sulle strategie manipolatorie attuate dai mass media nella vita quotidiana.

Il metodo di Tesei non è quello classico dell’ipnosi da “pendolino”, ma dell’ “’ipnosi conversazionale”. Il mentalista interpreta i fenomeni come se il mondo fosse il flusso continuo di un ruscello, ognuno in diretta conseguenza del precedente così da formare un magma di eventi casuali, e in esso gli oggetti, le idee e i luoghi sono maglie di una rete intangibile. In questo contesto si inserisce anche l’uomo, quindi il mentalista si propone di analizzare il linguaggio gestuale e mimico per agire sull’inconscio e influenzarne le scelte. E appunto è questo che ripete Tesei, «La realtà è fatta di parole», mostrando tutti gli ingredienti usati per condizionarci in modo inconsapevole.

“Se le porte della percezione venissero sgombrate, tutto apparirebbe all’uomo come in effetti è: infinito”. W. Blake

Creato e pubblicato: Domenica, 20 Maggio 2012 11:49

Articolo di: Alice Palombarani

Teatro Brancaccio – via Merulana 244, 00185 Roma

Per informazioni e prenotazioni: 848.44.88.00 (al costo di una chiamata urbana)

Sul web: www.teatrobrancaccio.itwww.ilmentalista.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *