Radionderoad: Una nuova vita per i pc usati

Nel corso degli ultimi mesi i computer e gli smartphone sono diventati ancor di più le nostre finestre sul mondo. Pensiamo alla nostra giornata tipo: se siamo ragazze o ragazzi ci colleghiamo alla Didattica a Distanza; se siamo adulti lavoriamo in smart working. Ma all’improvviso il collegamento si fa ballerino, l’audio va e viene e alla fine lo schermo si frizza: connessione internet assente.

Immaginiamo adesso di avere due fratelli in DAD e di abitare in un quartiere distante dal centro. Nel Lazio il 70% delle famiglie possiede almeno un computer, ma ciò non significa che tutti riescano a seguire bene la DAD. Ce lo dice la Caritas di Roma: il tasso di dispersione scolastica nella Capitale è aumentato del 20% negli ultimi 4 anni. Una crisi educativa aggravata dal Covid-19, come denuncia Save the Children.

Ma la mancanza di dispositivi elettronici è un problema che si può affrontare grazie alla raccolta, alla riconversione e alla distribuzione di pc usati. I protagonisti sono come sempre associazioni e cittadini. Uno di loro è Maurizio Sapienza, responsabile per il Lazio di Informatici Senza Frontiere. L’ho raggiunto al Quarticciolo per conto della web radio Radionderoad – Voci da Tor Sapienza.

Clicca per ascoltare (min. 10:20)

60 comments On Radionderoad: Una nuova vita per i pc usati

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer